giovedì 31 marzo 2011

APRILE DOLCE DORMIRE









Ho già parlato della mia piccola mania.
Fotografare i miei amanti mentre dormono sereni dopo una notte di focosa passione.
Mi intrigano i divani, i letti, le lenzuola, gli scorci dei comodini, la sveglia, la confusione...un orologio, un bicchiere d'acqua, l'involucro del condom, una paio di occhiali, un libro, una radiolina...una geografia del sesso e dell'amore, declinato attraverso letti e corpi nudi che dimenticherei senza una prova fotografica.
Cosa c'è di più estraniante del svegliarsi in una casa che non conosci?

zzzzzzzzzzzz...

mercoledì 30 marzo 2011

VOGLIA D'ESTATE?






Voglia d'estate?
Mare o campagna?
Vince il mare, vero?
Domanda retorica.
Ombrelloni, gelatoni, bonazzoni, mignottoni, bomboloni...tanti "oni" che aspettiamo per un lungo inverno.
Avete scelto il vostro costume?
Siete in linea con la dieta o siete belli di natura?
L'elastico preme e la ciccia straborda?
I muscoli sono in vacanza da anni?
Un Bronzo di Riace è meno tonico e sodo di voi?
Le vostre tette puntano al cielo con l'esuberanza di due pasticcini con la ciliegina in punta?
Qualunque sia la vostra condizione...iniziate a spolverare i sogni chiusi dentro gli armadi.
L'estate è alle porte!

zzzzzzzzzzzzz...




lunedì 28 marzo 2011

MI RICORDO...


Mi ricordo le gare da ragazzini per misurare la lunghezza dello schizzo di pipì sulla sabbia.
Mi ricordo le gare di seghe con i giornaletti pornografici tra le gambe nella cantina di Raffaele.
Una combricola di adolescenti infoiati con gli ormoni a manetta che si spiavano con curiosità nella penombra. Il mio giornaletto etero non mi tirava molto...ma la visione dei miei compagni di merende sessuali...mi intrigava molto di più.
Mi ricordo del cazzo del padrone di casa che si sedeva sempre vicino a me sul divano: grosso e tozzo e con i peli ispidi e dritti. Schizzava come un idrante e si sporcava sempre più di tutti.
Mi ricordo Paoletto con le sue palle giganti e il suo pisello a punta.
Mi ricordo il pelo riccio e biondo di Simone: quante seghe solitarie pensando ai suoi gemiti su di me!
Mi ricordo il cazzo storto di Claudio. Un cazzo a manico d'ombrello che non mi stancavo mai di spiare.
E mi ricordo il pisello di Antonione. Inversamente proporzionale alla sua mole.
Ci siamo persi di vista come capita con molti amici e frequentazioni dell'infanzia e della prima adolescenza.
Raffaele si è sposato e ha due figli.
Paoletto è un vigile del fuoco con una fidanzata storica che non sposa mai.
Simone è un grafico e ha una ragazza con un figlio avuto da una relazione precedente.
Claudio è morto in un incidente stradale.
Antonione lavora al mercato del pesce e ha lo sguardo triste di una cernia.
E io?
Io vivo altrove.
In tutti i sensi.

zzzzzzzzzzzzz...

domenica 27 marzo 2011

UOMINI UP


Tattoo strategico.


Posa plastica.


Cappellino sulle 23!


Sono lungo e bello!


Nudità introversa.

JOACHIM BALDAUF
 
Un uomo in piedi è un'anima che si svela.
 
zzzzzzzzzzz...

UOMINI DOWN


Bella la curva della schiena...apertura al mondo.


Bello l'incontro delle dita...incroci di fede.


Bello lo stacco della spalla...gambe geometriche.


Belle le palle della felicità...solido il volto.


Belli i capelli...lunghi i piedi.

JOACHIM BALDAUF

In ogni corpo c'è un particolare che lascia il segno.

zzzzzzzzzzzz...

sabato 26 marzo 2011

HELP!


Il mondo ha bisogno di me!

Fattemi finire la merendina e ARRIVOOOOOOO!!!

zzzzzzzzzzzzz...

giovedì 24 marzo 2011

TIRA LA CATENA


Sono stitico?
Troppo?
Parlo troppo poco di me?
Come bilancio i post?
Ragazzotti ignudi e foto ironiche?
50% contro 50%?
Media sicura?
Argomenti alti e temi bassi?
Vi giuro che non lo so cosa vado cercando.
Scopro ogni giorno con voi cosa mi ispira la mia mente malata.
Però...una botta di autostima mi serve...
...a furia di ronzare sulla cacca si tende alla depressione!
Cosa ci trovate in questo blogaccio senza né arte né parte?
Amate il trash...confessate!!!

Dal vostro caro e ronzante Mr. Moscone.

zzzzzzzzzzzz...

PET-TERAPY


      
Tubiamo?


Stiamo vicini-vicini?


Socializziamo?


Ci accudiamo?


Ci fidanziamo?

P.S.- oggi sono in vena di coccole!

zzzzzzzzzzzzzz...

martedì 22 marzo 2011

BRUTTE SORPRESE


Ci siamo conosciuti tramite Facebook.
Mi chiede l'amicizia e ci annusiamo per un po'.
E' chiaro lo scopo.
Dopo un mese di silenzi e mezze frasi decidiamo di vederci.
Vado a casa sua.
E scopro un po' di cose.
1- è fidanzato ma con un forte desiderio di cambiare vita e partner.
2- vive con il fidanzato in una casa in affitto.
3- il fidanzato non c'è.
4- la casa è una latrina, un vero schifo. Mi offre un bicchiere d'acqua. Il vetro è sporco di una cosa non meglio definita. Il pavimento è sporco e c'è in terra di tutto. Mobili vecchi e un senso di degrado che mi lascia senza parole.
5 - è giovane ma sembra molto più grande dei suoi 21 anni.
6- mi porta in camera da letto e si spoglia. E' decisamente alto e grosso. Un orso.
7- mi spoglio e cerco di non pensare al contesto.
8- iniziamo i primi contatti. Baci e toccamenti. L'alito non mi piace. Lui mi tocca con avidità. Mi dice che ho un cazzo stupendo. Mi tocca le palle grosse. Segue il profilo della mazza. Insomma....gradisce. Io meno. Non ha un cazzo degno di nota. Lo tocco e mentre lo abbraccio (mi sommerge) mi annuso le dita. Pessimo odore. Indice di poca pulizia. Il cazzo mi si ammoscia. Mentre stiamo a letto chiama il ragazzo. Io mi sento su Marte. Trovo una scusa e vado via. Mi chiede se ci rivedremo. Io so già la risposta ma non dico nulla di definitivo. Lo saluto e via.
9- torno a casa e inizio a sentire pruriti ovunque. Mi sentivo sporco. Sono corso in farmacia e ho preso il Mom. Forse non ce n'era bisogno...ma per 3 giorni non ho fatto che grattarmi. Il mio sesto senso è più forte della mia capacità di razionalizzare.
10 -mi chiedo come si possa ricevere qualcuno in queste condizioni. Non è la prima volta che mi capita qualcuno con poco senso dell'igiene.
11- mai credere alle foto pubblicate su siti e social-network.
12 - meglio una sega!

Il boy non rassomigliava al ragazzo nella foto...ma non so perchè l'immagine mi ha ricordato un contesto di precarietà e sporcizia.

zzzzzzzzzzz...

lunedì 21 marzo 2011

WAR


La guerra parte sempre con delle motivazioni umanitarie, diplomatiche, economiche, strategiche.
C'è sempre un buon motivo per dichiarare guerra a un dittatore e a un Paese che è ricco di pozzi di petrolio e ricchezze che fanno gola all'Occidente.
Se si parte in guerra per difendere i diritti umani della popolazione ed esportare la democrazia, mi chiedo, nel mondo, c'è solo la Libia che non garantisce tutto questo?
E la Cina?
E' democratica?
Perchè non si interviene?
Interessi troppo forti?
E Saddam Hussein per cosa è stato eliminato (in tutti i sensi)?
Per delle armi biologiche che non sono mai state trovate?
E la guerra nella ex-Jugoslavia?
Quanti siamo stati a guardare prima di intervenire?
Forse c'è da chiedersi che senso abbia la parola GUERRA in questo particolare momento storico.
Facile baciare le mani e poi sganciare bombe.
Facile e ipocrita.
Io non so cosa sia giusto e cosa no.
Ma ho sempre l'impressione che il senso delle parole cambi a seconda della situazione che si analizza.
Schiavi di un barile di petrolio.

zzzzzzzzzzzz...

P.S.- il problema dei commenti non si è risolto.
Se non mi vedete...non vuol dire che non ci sono.

MUTO


Non capisco cosa succede.
Veterani di Blogger...siete in ascolto?
Non riesco più a scrivere commenti sul mio blog (per rispondere alle vostre parole) e non riesco neanche a lasciare commenti su altri blog della piattaforma.
Ho provato a capire cosa succede nel reparto "problemi più comuni" e sembra che altri abbiano riscontrato la stessa problematica.
L'unica cosa che mi sfugge è cosa devo fare per risolvere la situazione.
Qualcuno mi può aiutare?

zzzzzzzzzzzzzz...

domenica 20 marzo 2011

BECAUSE


Sono un po' di giorni che non riesco a rispondere ai vostri commenti e allora, come promesso, vi parlo della mia mania in un nuovo post.

Tutte passioni molto interessanti quelle che mi avete raccontato nei vostri commenti. Grazie per la fiducia.
E' proprio vero, le manie crescono, passano, restano e alimentano i nostri giorni.
Io conservo molti oggetti simbolo dei miei amori solidi e delle mie passioni liquide che si consumano nello spazio di una notte.
E, cosa ancora più inconfessabile, ho ritratto spesso i miei amanti mentre dormivano nudi nel letto della passione consumata e goduta.
In quei momenti di totale abbandono dove il sonno arriva e sommerge i sensi.
Foto segrete ed evocative.
Una volta ho fatto sparire un paio di mutande del mio amante e la mattina dopo ho fornito al ragazzotto di un paio delle mie.
Chissà dov'erano finite le sue preziose mutande con l'elastico un po' mollo!
Chissà! 

zzzzzzzzzzzzzz...

sabato 19 marzo 2011

PASSIONE MIA


Le passioni possono anche diventare manie pericolose!
Vi è mai capitato di perdere il controllo e di riempire la vostra casa o la vostra vita di gatti, serpenti, libri, souvenir, piante, quadri, amanti?
Oppure?
Cosa nascondete nel vostro cassetto segreto?
Vi farò sapere la mia mania solo dopo aver letto le vostre.

zzzzzzzzzzzzz...

venerdì 18 marzo 2011

E(IN)VOLUZIONE


Seguendo i dibattiti sul nucleare si resta basiti davanti alle cifre e gli scenari che ti vengono proposti.
Restando fermo il punto che anche se l'Italia non ha centrali nucleari sul suo territorio, ci pensano i nostri vicini di casa (che ci vendono l'energia) a circondare la nostra penisola con un cordone atomico inquietante. Mi chiedo se l'energia atomica con i suoi costi di realizzazione, i tempi tecnici di costruzione e di produzione effettiva di energia, e con il gravoso problema dello smaltimento delle scorie, sia davvero una tecnologia moderna  ancora da perseguire, o se non si tratti di una scelta obsoleta da abbandonare subito a favore di scelte più coraggiose in termini di sperimentazione e sacrificio. E si, forse dovremmo tutti imparare a fare un passo indietro con un consumo più responsabile, etico e calibrato. Rinunciare a cose che, a guardare bene il senso della vita, ci servono quanto un bubbone al centro della fronte!
Se il BOOM è capitato in Giappone con tutta la loro tecnologia e precisione caratteriale (anche se affidare la sicurezza a una ditta esterna mi sembra una scelta folle) mi chiedo cosa succederebbe con i quaraquaquà italiani. Mazzette, imbrogli, interessi, soldi, soldi, soldi, cemento molle, sicurezza a singhiozzo...ma ci pensate?
Sulla Terra siamo di passaggio, dovremmo ricordarcene più spesso, e dovremmo lasciare il Pianeta meglio di come lo abbiamo trovato e non peggio.
Utopia pura, lo so!
Si guarda l'interesse immediato e non si pensa mai al benessere futuro.
Siamo la specie animale più aggressiva e inquinante del Pianeta.
Nessun dubbio!
Se potete spegnere una lampadina in più e usare la macchina una volta in meno durante il giorno...fattelo!
Piccoli gesti che sembrano ridicoli davanti a catastrofi immani come quella del Giappone...eppure...
...eppure dai piccoli gesti dei singoli si può creare un'onda virtuosa che costruisce e non distrugge tutto quello che incontra.

Divagazione semi-profonda invece del solito ironico ronzare.
Capita anche ai migliori mosconi.

zzzzzzzzz...

mercoledì 16 marzo 2011

BOOK O...


Una libreria del genere mi farebbe venire tutte le voglie meno quella di leggere.
E a voi?

zzzzzzzzzzz...

martedì 15 marzo 2011

PIC-INDOLOR


GIA' FATTO?

E' tornato a esplodere il problema del nucleare in italia?
Sicuro o no?
Pericoloso o no?
Un territorio sismico come quello italiano è pronto a costruire o gestire delle centrali nucleari?
Oppure, visto che ci siamo, le mettiamo tutte in Sardegna?
Intanto da quelle parti non si lamenta mai nessuno!

zzzzzzzzzzz...

sabato 12 marzo 2011

RETROGUSTO


Sono uscito di casa e mi sono imbattuto nella sfilata finale del carnevale con tanti bambini urlanti e carri costruiti intorno a trattori e moto Ape. Incredibile ma vero. Un drago viola che lancia fiamme tutto imbastito sopra tre ruote malferme. Strade invase da uno tsunami di coriandoli colorati. Se cade la pioggia che il cielo minaccia, immagino già il fango multicolor che si formerà per la città. Sono di pessimo umore e non ho voglia di festeggiare. Mi sento uno straccio dopo aver lavato i cessi della stazione centrale. La mia faccia è sfatta e la mia voglia di fare ridotta a una linea piatta. Morte cerebrale. Sono tornato a casa e ho incrociato sulle scale il fidanzatino di una vicina che si vanta di avere uno dei boy più carini della città. Ha ragione. Come capita sempre quando ci vediamo per caso sulle scale mi ha chiesto se avevo voglia di un caffè: ho risposto che si poteva fare. 
Mi ha seguito oltre la porta e si è accomodato nella poltroncina della Kartell che ho in cucina. Mentre chiudevo la caffettiera ho chiesto: "Tutto bene?" 
"Benissimo" mi ha risposto.
Mi sono girato e si era già tolto la camicia e la maglietta.
Davvero notevole il ragazzo.
Ho spento il fornello e mi sono dedicato ad altro.
Giovane, liscio, morbido, tonico, profumato, voglioso.
Il mio ideale.
Ho sbottonato il jeans e ho fatto scendere il tutto senza troppe cerimonie.
Boxer firmato.
Non li amo molto.
Generosità evidente.
Mi sono buttato a pesce senza aspettare.

L'ho lasciato senza fiato.
E io sono rimasto confuso e sazio.
Abbiamo preso il caffè con i nostri sapori ancora impressi sulle lingue.
Aveva ragione...la voglia c'era...eccome!

zzzzzzzzzzzzz...

HABEMUS


L'importante è scegliere la compagnia giusta.

zzzzzzzzzzzz...

venerdì 11 marzo 2011

MANOVRE


Ho sempre avuto un po' di problemi con la retromarcia!
Ne sanno qualcosa i paletti, i muri e i paraurti delle macchine dei vicini...

...zzzzzzzzzzzzz!

giovedì 10 marzo 2011

MAXI-PIMER


Quando si dice una donna di casa premurosa e accessoriata!

zzzzzzzzzzzz...

P.S. - si prega di elencare le varie funzioni dell'apparecchio delle meraviglie!

lunedì 7 marzo 2011

MONROE

Quest'anno ho deciso di andare a sculettare in giro per il Carnevale.
Difficile scegliere un costume originale.
Alla fine, tra Zorro, Suora sadomaso e Vasetto di maionese, ho scelto di travestirmi da Marilyn Monroe.
Ma non una Monroe normale.
Il trucco del viso era molto Jocker-style.
Un troione biondo vestito di bianco alla ricerca disperata di una grata del metrò.
Davvero uno spettacolo unico.
Il barman mi ha offerto drinks per tutta la serata e alla fine, quando ero ormai sfatto e con un neurone superstite...ho dovuto ricambiare il favore con una spina d'amore.
Il mio favoloso Joe Di Maggio non aveva la mazza che mi aspettavo.
E' proprio vero che i migliori amici delle donne sono i diamanti e che non sempre si conquista la meta!


zzzzzzzzzzzz...